vini naturali

Vini naturali, artigianali e di territorio

Come già accennato, il nome dato a questa categoria non esclude la caratteristica di “naturalità” dei vini biologici e biodinamici, ma riguarda i produttori che non si sottopongono necessariamente ad una certificazione e al tempo stesso rifiutano di usare prodotti chimici di sintesi e di intervenire nel lavoro di cantina con pratiche enologiche invasive.

L’intento di questi produttori è quello di creare vini che siano il più possibile “figli” del territorio e della cultura dai quali provengono, rispettosi dei cicli della natura.

Nel sito vino-bio.com troverete, tra le altre, alcune aziende vinicole appartenenti a tre associazioni di produttori che in Italia stanno portando avanti l’idea di una viticultura più "pulita": Vini Veri, VinNatur, Renaissance des Appellations Italia. Vediamone una sintetica descrizione, accennando ai criteri che si sono dati per definire il proprio concetto di naturalità.

Vini Veri

La finalità del Consorzio ViniVeri, come si legge nel sito web istituzionale www.viniveri.net, è quella di “ottenere un vino in assenza di accelerazioni e stabilizzazioni, recuperando il miglior equilibrio tra l’azione dell’uomo ed i cicli della natura”. La regola che il gruppo si impone è molto chiara e prevede, tra le altre cose:

  • coltivazione di vitigni autoctoni;
  • vendemmia manuale;
  • utilizzazione esclusiva di lieviti indigeni presenti sull’uva ed in cantina;
  • fermentazione senza controllo della temperatura;
  • esclusione di ogni azione chiarificante e della filtrazione che altera l’equilibrio biologico e naturale dei vini.

Per una visione completa del disciplinare, si rimanda alla specifica pagina del sito del consorzio: cliccare qui.

VinNatur

Secondo il manifesto dell’associazione VinNatur (sito web: www.vinnatur.org) “produrre vino in maniera naturale significa agire nel pieno rispetto del territorio, della vite e dei cicli naturali, limitando attraverso la sperimentazione, l’utilizzo di agenti invasivi e tossici di natura chimica e tecnologica in genere, dapprima in vigna e successivamente in cantina”.
L’associazione punta molto sulla ricerca, sulla sperimentazione e sullo scambio di esperienze tra vignaioli per promuovere pratiche di vigneto e di cantina orientate al massimo rispetto per l’ambiente. A questo scopo, promuove ogni anno un incontro a Villa Favorita (nei pressi di Vicenza).
Potete prendere visione dello statuto dell’associazione per approfondire la sua metodologia.

Renaissance des Appellations Italia

Renaissance des Appellations è un’associazione internazionale di vignaioli creata da Nicolas Joly nel 2001. La sezione italiana comprende attualmente circa una trentina di produttori, che si ispirano ai principi dell’agricoltura biodinamica.
La Carta di Qualità dell’associazione è molto dettagliata ed è incentrata sulla cura del terreno e sull’esclusione di ogni varietà di additivi.

NEWSLETTER

Iscriviti alla newsletter di Vino Bio

 

Ricerca per Regione

Cantine biologiche e biodinamiche in Italia

Vino biologico, biodinamico e naturale in Veneto Vino biologico, biodinamico e naturale in Emilia Romagna Vino biologico, biodinamico e naturale in Lombardia Vino biologico, biodinamico e naturale in Piemonte Vino biologico, biodinamico e naturale in Liguria Vino biologico, biodinamico e naturale in Valle d'Aosta Vino biologico, biodinamico e naturale in Alto Adige Vino biologico, biodinamico e naturale in Friuli Vino biologico, biodinamico e naturale in Sardegna Vino biologico, biodinamico e naturale in Sicilia Vino biologico, biodinamico e naturale in Calabria Vino biologico, biodinamico e naturale in Puglia Vino biologico, biodinamico e naturale in Toscana Vino biologico, biodinamico e naturale in Umbria Vino biologico, biodinamico e naturale in Lazio Vino biologico, biodinamico e naturale in Campania Vino biologico, biodinamico e naturale in Basilicata Vino biologico, biodinamico e naturale in Marche Vino biologico, biodinamico e naturale in Abruzzo